and the Oscar goes to… secondo Irene

Domani 24 Febbraio ci sarà la grande serata degli Oscar in quel di Los Angeles… la vostra Irene che purtroppo sarà relegata a Pisa e Los Angeles la vedrà solo per vie telematiche (a questo proposito, la serata la passano su SkyCinema), ha già fatto le sue supponentissime previsioni e dove meglio comunicarle se non qui all’ombra sicura dei palloncini bianchi?Vi dico pure che oltre che supponenti sono anche decisamente pregiudiziali, perché non ho assolutamente visto tutti i film (per esempio, Silver Lining Playbooks deve sempre uscire in Italy!).

Dunque iniziamo…

Migliore Attore protagonista: Joaquin Phoenix per The Master – della categoria mi manca di vedere Danzel Washington in Flight e Bradley Cooper in Il lato positivo. Probabilmente tuttavia l’Oscarone maschile se lo porterà via per la terza (?) volta Daniel Day Lewis per Lincoln.

Migliore Attrice Protagonista: Quvenzhané Wallis per Re della Terra Selvaggia – la bambina prodigio di 9 anni, forse un po’ troppo piccola, e l’Oscar preferiranno darlo non a lei né all’anziana Emanuelle Riva, forse alla Watts (ohimé)… Ma perché non hanno nominato Marion Cotillard, per esempio? Perché?

Miglior Attore non Protagonista: Christoph Waltz per Django Unchained – sarebbe il secondo Oscar per Waltz, che alla fine lo merita anche, ma ipotizzando di non volerglielo dare ci sarebbe anche un Philip S. Hoffman lì in attesa, anche lui già col suo primo Oscar nella stessa categoria in mano dal 2006…

Migliore Attrice non Protagonista: Anne Hathaway per Les Misérables – su di lei ci scommetterei la testa, sul serio. Della categoria non ho visto Helen Hunt per The Session. Ma davvero, le altre candidate hanno poche speranze contro Anne…

Miglior Film Straniero: Amour di Haneke – ma giusto perché è l’unico che ho visto.

Miglior Sceneggiatura: Wes Anderson e Roman Coppola per Moonrise Kingdom – è l’unica categoria in cui il film è nominato, facciamogliela vincere, anche se competere con Tarantino è dura…

Miglior Regia: Benh Zeitlin per Beasts Of the Southern Wild – sono ufficialmente incantata da questo film e per quanto probabilmente non si porterà a casa un bel niente io idealmente voglio gloriarlo di questo Oscar perché se lo merita, perché è giovane, perché è coraggioso, e soprattutto perché un altro Oscar a Spielberg nun glielo vojamo dà!

Miglior Film: Les Misérables di Tom Hooper – sarebbe il secondo miglior film che Hooper si porta a casa dopo il Discorso del re e mi rendo conto dell’enormità di questa cosa che sto sparando in alto ma, con Vita di Pi di Ang Lee, questo è il film che mi è piaciuto di più tra quelli candidati. Argo non l’ho retto un granché proprio come Lincoln (anche se proprio questi sono i supermegaiper candidati). Beasts è troppo indie per vincere l’Oscar al miglior film, Django Unchained è troppo mainstream invece; ad Amour daranno il premio a miglior film straniero e si toglieranno così la responsabilità di non far vincere un film americano. Zero Dark Thirty non mi sembra un film da Oscar ma ha comunque il suo 30% di possibilità, e Silver Lining Playbooks, vabbè, è una commedia: l’Oscar non se lo prenderà mai.

Io e le mie occhiaie cinefile vi salutiamo con un oscarone al nostro fianco!

Immagine

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...